RICOMINCIARE ALL'ESTERO PERCHE' L'ITALIA NON DA FIDUCIA

La globalizzazione e le regole vigenti in Europa, hanno provocato profondi cambiamenti nella maniera di condurre la vita di noi italiani in Italia. Il tessuto italiano di piccole e microimprese ha subito in modo pesante le conseguenze di una politica incapace di fare della burocrazia una risorsa per il piccolo imprenditore, incapace di difenderlo dagli effetti negativi della globalizzazione e di dare un equilibrio tra pressione fiscale e servizi.

Così le imprese che hanno potuto si sono spostate laddove le condizioni erano più favorevoli. Molti imprenditori già dalla fine degli anno 90', hanno portato quanto più possibile le aziende all'estero, delocalizzano prima nei paesi dell'Est, poi in Cina.

Una moltitudine di altri imprenditori, liberi professionisti, consulenti e piccoli artigiani hanno cercato di resistere. Per mille motivi, personali e di vita, hanno cercato di ridurre i costi e modificare il modello di business. Ma l'evolvere delle condizioni è inesorabili e li porta a condizioni di sofferenza continuata. Ora cercano una soluzione diversa.

Nei blog e nel cuore delle persone italiane ci sono due sentimenti: l'amore per la propria terra, famiglia, città, e radici da un lato e la costernazione per non riuscire a vedere un futuro sgombro da nubi. In realtà gli italiani non cercano le rassicurazioni per un futuro roseo, cercano la fiducia per investire tempo, denaro, fatica e vita in un quadro di riferimento che consenta di mettersi alla prova, di dimostrare il proprio valore. Ma non lo trovano. Niente fiducia nel futuro perchè non c'è lavoro, non c'è meritocrazia, non c'è innovazione, c'è troppa corruzioneintesa sia come tangenti che come perdita della mission del proprio ruolo.

Se sei stanco di una politica irritante, di una burocrazia avulsa dalla tua realtà e di un sistema fiscale capace solo di stritolarti, non c'è altra soluzione che prendere la tua attività e spostarla in un Paese in cui sia più facile svolgerla. Senza l'assillo dei costi nascosti in giornate di lavoro dedicate alla burocrazia, potrai concentrarti meglio sul lavoro e dare maggiore lucidità alla tua azione.

In molti casi il basilare principio dell'Unione Europea ossia la libera circolazione di merci, capitali e persone, ti permette di servire facilmente gli stessi clienti che hai sempre avuto. Sappiamo che in altri casi non è possibile.

Noi abbiamo scelto la Lettonia. I motivi sono diversi ma sostanzialmente possiamo indicare i bassi costi, la grande trasparenza amministrativa, l'efficienza generale dei servizi, la modesta pressione fiscale, la serietà degli attori nel lavoro.

Il confronto tra Italia e Lettonia è fatto non da noi ma dal Doing business 2016, rapporto della World Bank. A sommi capi:

- Facilità di fare business: Lettonia posizione 22/189, Italia posizione 45/189.
- Facilità di iniziare un business: Lettonia posizione 27/189, Italia posizione 50/189.
- Ottenimento permessi di costruzione: Lettonia posizione 30/189, Italia posizione 86/189.
- Ottenimento di credito: Lettonia posizione 19/189, Italia posizione 97/189.
- Tassazione: Lettonia posizione 27/189, Italia posizione 137/189.
- Tassazione in % sul profitto: Lettonia 35,9%, Italia 64,8%.

Il documento della Doing Business 2016 della World Bank può essere scaricato qui.

Si tratta di un Paese dell'Unione Europea a tutti gli effetti, in cui l'amministrazione non ostacola, in cui pagare le tasse è facile e congruo, in cui esiste la reale possibilità di basare il proprio business in piena legalità. In Lettonia non c'è corruzione. Ci sono poche regole, chiare e facili da rispettare. Non è un paradiso fiscale, è un Paese che offre interessanti opportunità.

E' un Paese Baltico, ordinato, tranquillo, che trae vantaggio dall'Unione Europea e che ha saputo modernizzarsi, fare le riforme, darsi un sistema di governo e di controllo semplice ed efficace

Piacenza Stemmalogo nolton

NOLTON GROUP

Dorupes ielā 23-10 - Lieppaja - LV-3434 - Latvia

info@noltongroup.com - www.noltongroup.com

Tel.: for English  +371 275 4132; for Italian: +371 221 46333

esting

Back to Top